SH300

Quali modelli Honda sono conformi alla normativa Euro-3?

A. Tutti i modelli omologati successivamente al 1 Gennaio 2006 ad eccezione dei 50cc, per i quali la normativa attualmente in vigore in Italia è la Euro-2.

Posso acquistare moto, scooter o ricambi direttamente da Honda Italia?

A. No. Honda Italia vende i propri prodotti esclusivamente tramite le Concessionarie Ufficiali.

Cosa differenzia la nuova versione dell’SH300 rispetto ai modelli precedenti?

A. Il modello dell’SH300 attuale è più slanciato grazie alle svasature della carena e alla nuova finitura della sella.  Tra i particolari, un parafango posteriore più vicino alla ruota per limitare ancora di più gli “schizzi” e un vano dove poggiare il tappo del serbatoio durante il rifornimento.

Quali sono le caratteristiche più innovative?

A. Sicuramente il total led usato per tutte le luci tranne per le frecce e il cruscotto rinnovato, sempre ben leggibile e costituito da un tachimetro analogico, due laterali con temperatura acqua e livello benzina, tutte le spie e, nella zona posteriore, un display digitale con conta kilometri parziale e totale e orologio. Infine il sistema di sblocco delle serrature e attivazione con Smart Key è pratico e offre al guidatore ulteriore sicurezza.

Per quanto concerne il motore, è sempre monocilindrico o ci sono novità?

A. Sì, il motore è sempre monocilidrico da 279 cc a 4 valvole ma raffreddato a liquido e con alimentazione a iniezione elettronica Honda PGM-FI dotata di grande coppia ai regimi medio-bassi, permettendo accelerazioni e riprese istantanee.

Le novità apportate al motore hanno un impatto importante anche sui consumi?

A. Assolutamente: gli efficienti consumi del modello (pari a 33,3 km/l nel ciclo medio WMTC) sono stati ottenuti applicando tecnologie a basso attrito nella progettazione del motore, con il risultato ulteriore di aver reso l’SH300i ABS il primo scooter a ottenere l’omologazione Euro 4.

Parlando di ABS: ci sono variazioni?

A. Restano invariati la forcella con steli da 35 mm, il doppio ammortizzatore regolabile nel precarico e i dischi freno da 256 mm, montati su nuove ruote a 6 razze sdoppiate. A cambiare, e non è poco, è l’ABS: ora è a due canali e non c’è più la frenata combinata.

Come posizione di guida, è più comodo o le modifiche apportate possono compromettere la postura del motociclista?

A. Rispetto alla versione 2011 la posizione di guida e più eretta ed è più facile mettere i piedi a terra anche grazie ad un’altezza ridotta (805mm, quasi come quella del 125). La pedana più larga risulta confortevole per le gambe e passi in avanti sono stati fatti per “l’agilità” del modello, grazie alle modifiche all’interasse. Il telaio più lungo lo rende ancora più stabile, caratteristica comprovata nelle curve affrontate ad alta velocità in cui l’SH non si scompone quasi mai.

E gli accessori?

A. L’SH300i è commercializzato di serie con il bauletto da 35 litri in tinta, con il parabrezza e con i paramani. Possiede manopole riscaldabili (utili in inverno), l’allarme e il classico antifurto meccanico a U.

SH125/150

È sicuramente evidente il restyling del modello: quali sono le novità apportate?

A. Mantenendo le forme del modello precedente e disegnando linee più sinuose e sull’intera carrozzeria, si è raggiunto un tocco di modernità. Le distintive luci a LED impreziosiscono l’insieme e donano un accento sofisticato.

La comodità è sempre assicurata?

A. Assolutamente. Il comfort è garantito dalla posizione di guida naturale, con un’ottima protezione contro le intemperie offerta dall’ampio scudo anteriore. La pedana piatta assicura un ampio grado di libertà per posizionare i piedi e per salire/scendere durante le manovre di parcheggio.

La comodità è data anche dal sistema chiave Smart-Key. È sufficiente tenerla in tasca e agire sul commutatore di contatto per poter premere il tasto di avviamento e il tasto di sollevamento della sella, cosa che evita di dover estrarre ogni volta la chiave dalla tasca. La Smart-Key ha poi due tasti, un on/off di sicurezza per disattivare la possibilità di avviamento in caso di prossimità allo scooter, e un answer-back per far lampeggiare le frecce e individuarlo quando è parcheggiato tra decine di altri veicoli.

È possibile portare un passeggero?

A. La sella è ampia e comoda, quindi ha tanto spazio sia per il pilota che per il passeggero, mentre la pedana piatta agevola il conducente nel poggiare i piedi a terra. Il passeggero può contare su grandi maniglie, su una porzione di sella spaziosa e su pedane in alluminio che offrono un solido sostegno in frenata.

Per quanto riguarda gli accessori?

A. Lo scooter è dotato di un vano sottosella può contenere un casco integrale ed è dotato di due comodi ganci, uno per lato, per bloccare il casco e fissarlo all’esterno in modo sicuro. Il portapacchi, slanciato ed elegante, ospita il bauletto che sul mercato italiano è di serie, come il parabrezza e i paramani.

PCX125

In cosa consistono le novità apportate al modello?

A. Il nuovo PCX125 2017 è omologato Euro4 e comprende le luci a LED, sistema Start&Stop, l’hazard per le frecce, l’orologio digitale sul cruscotto e la presa AC 12V per ricaricare il telefoninoe non solo.

Per quanto riguarda i consumi?

A. Il suo monocilindrico da 125 cc 2 valvole raffreddato a liquido è accreditato dalla casa di 11,7 CV di potenza e livelli di consumo decisamente convincenti: 47,4 km/l nel ciclo medio WMTC. Combinando questo dato al serbatoio da 8 litri ne esce un’autonomia nell’ordine dei 375 km con un pieno.

L’omologazione Euro 4 che impatto ha avuto nella produzione del motore?

A. Per adeguarsi alla legislazione sulle emissioni inquinanti Euro 4, il motore “eSP” (Enhanced Smart Power) è un leggero e compatto monocilindrico monoalbero da 125 cc raffreddato a liquido, a due valvole, con starter elettronico ACG. Silenzioso e con emissioni di CO2 ridottissime, questo propulsore è stato recentemente oggetto di un’implementazione per ridurre gli attriti interni.

Com’è accessoriato?

A.

– Parabrezza
– Portapacchi posteriore
– Supporto bauletto
– Bauletto portaoggetti da 26 litri
– Lucchetto a U
– Telo copriscooter per esterni
– Kit allarme Honda
– Stickers silenziatore
– Stickers ruote

E in fatto di comodità?

A. L’altezza della sella rende facile e rassicurante qualsiasi manovra a bassa velocità mentre la distanza delle due pedane poggiapiedi fa sì che il PCX sia sempre comodo e piacevole da condurre.

FORZA125

Dinamicità e comodità: in che modo Honda è riuscita a realizzare un prodotto che possiede entrambe le caratteristiche?

A. L’obiettivo è di proteggere al meglio il pilota dal vento e dalle intemperie. Posizione di guida raccolta quindi, per offrire anche maggior fiducia ed una guida quasi inglobata. Una scelta che comporta anche un parabrezza regolabile. Spazio dunque, con una sella posta a 780mm da terra e con un vano sottosella ampio.

Le luci sono a led?

A. L’impianto di illuminazione del Forza 125 è tutto a LED.

Quali sono le prestazioni del motore?

A. Il motore del Forza 125 è il noto Honda eSP (enhanced Smart Power), con camera di combustione compatta ed iniezione elettronica PGM-FI alimentata da un airbox da 4,7 litri e da un condotto di aspirazione da 28 mm di diametro. In questo modo la propagazione del fronte di fiamma è più efficiente, con vantaggi non solo in termini di prestazioni ma anche di raffreddamento.

Quali sono le prestazioni del motore?

A. Il motore del Forza 125 è il noto Honda eSP (enhanced Smart Power), con camera di combustione compatta ed iniezione elettronica PGM-FI alimentata da un airbox da 4,7 litri e da un condotto di aspirazione da 28 mm di diametro. In questo modo la propagazione del fronte di fiamma è più efficiente, con vantaggi non solo in termini di prestazioni ma anche di raffreddamento.

Com’è accessoriato?

A. 

– Portapacchi posteriore
– Bauletto da 35 l in tinta
– Kit manopole riscaldabili
– Elementi decorativi in tinta
– Borsa interna per il bauletto
– Kit allarme
– Copertura per esterni
– Lucchetto antifurto a U

VISION

Quali sono le caratteristiche del motore?

A. Il motore è a quattro tempi dotato di iniezione elettronica PGM-FI e avviamento elettrico, assicura affidabilità, facilità d’uso e consumi contenuti.

La comodità è assicurata?

A. Il Vision 50 offre molto spazio al pilota e all’eventuale passeggero, garantendo un ottimo comfort, mentre il parafango anteriore protegge lo scooter e il pilota dallo sporco della strada.

Il sottosella è spazioso?

A. Lo spazio sotto la sella è così capiente da alloggiare una borsa o uno zainetto, un completo antipioggia, il lucchetto antifurto e addirittura un casco integrale. Per aprire tale scomparto è necessaria la chiave che permette di sbloccare e ribaltare la sella. Così facendo, ogni oggetto lasciato in esso è al sicuro quando lo scooter è parcheggiato all’esterno.

Quali sono gli accessori?

A. 
– Kit allarme Honda
– Bauletto posteriore
– Borsa interna per il bauletto portaoggetti
– Set paramani
– Parabrezza
– Coprigambe per scooter