Gli studenti dell’IIS Da Vinci De Giorgio di Lanciano, IIS Volta di Pescara, IIS Pomilio di Chieti e IIS Mattei di Vasto saranno i protagonisti del contest “Honda Dreamers” promosso dalla Honda Italia Industriale, nell’ambito delle attività legate al suo cinquantesimo anniversario e dall’Istituto Tecnico Superiore – Sistema Meccanica di Lanciano.

Gli studenti avranno la possibilità di misurarsi nella ideazione di un’innovazione di prodotto che riguardi una categoria a scelta tra design, accessori e sostenibilità. L’iniziativa si pone l’obiettivo di far vivere, ai ragazzi e ai loro tutor, un’esperienza di lavoro valida sia sotto il profilo formativo personale, che della conoscenza e approfondimento di nuove tecnologie.

Il progetto ha preso il via con un webinar in cui oltre alla presentazione del contest, ai partecipanti è stata illustrata la storia di Honda e in particolare quella di Honda Italia Industriale, dalla vision, ai processi produttivi, alle iniziative, con focus dedicati a come nasce l’idea di un accessorio e delle livree di una moto.

“Quest’anno Honda Italia compie 50 anni – ha spiegato il direttore di Stabilimento di Honda Italia, Marcello Vinciguerra, in apertura del webinar – e lo slogan che abbiamo scelto, Building next generation Dreamers, è proprio rivolto ai sognatori di domani, in particolare ai giovani. Attraverso questo progetto vogliamo cogliere l’opportunità di mantenere vivo il rapporto con le scuole; un’occasione di confronto costruttivo, nella quale vogliamo condividere conoscenze e competenze, mettendole a disposizione degli studenti che, a loro volta, avranno il compito di unire fantasia e nozioni tecniche per presentare le loro idee”.

“Queste iniziative – sottolinea Paolo Raschiatore, presidente della Fondazione ITS Sistema Meccanica di Lanciano – sono il frutto del rapporto di forte collaborazione che abbiamo con Honda sin dalla nascita della Fondazione e sono importanti perché pongono all’attenzione delle famiglie e dell’opinione pubblica la grande opportunità di formazione tecnica di alto livello offerta in Abruzzo”.

“Iniziative di questo genere – ha detto la Preside Annamaria Giusti dell’IIS Savoia di Chieti – mettono in relazione il sistema di istruzione con la vita produttiva della nostra regione e contribuiscono a ridare dignità alla cultura tecnica”.