L’Italia è spesso considerata il “centro di gravità” della cultura motociclistica europea; una passione radicata per le due ruote che influenza e si estende in tutto il mondo.

Honda attinge direttamente al cuore pulsante di questa cultura attraverso il centro R&D a Roma, dove si raccolgono le nuove tendenze combinando la cultura motociclistica giapponese con quella italiana e lo stabilimento di Atessa, dove da oltre 50 anni innovazione, tecnologia e passione continuano a dare forma alla produzione degli scooter Honda leader del mercato europeo.

Un legame che Honda Motor Europe ha voluto sottolineare e ribadire con un evento che ha visto protagonisti giornalisti europei della stampa specializzata che proprio partendo dal centro R&D di Roma, hanno tagliato in due l’Italia toccando con mano la bellezza della regione Abruzzo per arrivare fino alla costa adriatica, presso lo stabilimento produttivo della Honda Italia. Il tutto in sella a tre modelli prodotti ad Atessa: SH350i, Forza 350 e ADV350.

Nel corso della giornata un’immersione tra le moto e gli scooter che hanno fatto la storia dello stabilimento abruzzese e quelli attualmente in produzione. Poi la visita dei reparti, prima di risalire sugli scooter e tornare nella Capitale passando per le vette del Gran Sasso, la montagna più alta dell’Appennino e il bellissimo Parco Nazionale della Maiella.

 

Trecentocinquanta per tre

Stesso motore, ma caratteristiche di guida estremamente differenti: SH350i, ADV350 e Forza 350 sono stati gli scooter protagonisti delle prove su strada.

L’SH è in assoluto lo scooter che domina le classifiche di immatricolazione nei principali Paesi europei: le ruote alte, il pianale piatto e l’estrema semplicità di guida lo rendono perfetto per affrontare in sicurezza le sconnesse strade cittadine.

L’ADV 350, grazie alle ottime sospensioni e al design aerodinamico, ha un comportamento particolarmente stabile alle alte velocità. Ideale per le gite fuoriporta.

Il Forza 350 affidabile e prestante in autostrada, si destreggia egregiamente anche nel traffico cittadino; una scultura in movimento dotata di grande efficienza aerodinamica e stile inconfondibile.